Una nuova idea
INSIEME, PER PROMUOVERE IL TERRITORIO

Vallagarina Destination è una neonata associazione di promozione turistico- sociale, costituitasi nel comune di Rovereto nel gennaio del 2019, e che conta già una ventina di soci attivi.

L’obiettivo è di sviluppare proposte outdoor in Vallagarina e dintorni, per migliorare l’appeal della regione e trasformarla così in una vera e propriadestinazione, non una mera meta di transito, come spesso è vista al giorno d’oggi. Vista la mancanza di proposte organizzate e la scarsa efficacia nell’ attirare l’interesse di nuovi potenziali turisti “attivi”, troppo pochi di fatto sono ancora gli ospiti si fermano più di tre notti.

Le indagini turistiche degli ultimi anni evidenziano come l’area del Lago di Gardasia ormai fin troppo satura. Una “via di fuga” è già stata individuata nella Valle di Ledro, che per capacità ricettive ha però i suoi limiti. La Vallagarina è dunque, per prossimità, la prima area che andrebbe sviluppata. E, soprattutto, che merita di essere sviluppata: il M. Baldo e il M. Stivo sono due splendide terrazze sul lago, meravigliose dal punto di vista naturalistico e interessanti anche dal profilo culturale (non a caso, il M. Baldo è candidato UNESCO); la ricchezza culturale della valle, fra castelli e musei, è riconosciuta da anni; le eccellenze eno-gastronomiche sanno appagare i palati più esigenti.

Dopo attente valutazioni morfologiche del territorio, l’associazione ha individuato numerosi itinerari adatti alla pratica di diverse attività outdoor di terra: l’intramontabile Trekking, il Nordic Walking, l’E-bike (realtà in piena espansione) e Trail (corsa in montagna, un nuovo mondo che si sta sempre più affermando). L’area si presta inoltre alla pratica di altre attività, quali l’arrampicata, il canyoning e l’orienteering, che verranno prese in considerazione in una seconda fase.

I percorsi verranno mappati, catalogati con colori diversi a seconda della durata e della difficoltà e, grazie a una mirata implementazione, si configureranno in una vera e propria arena, individuata tra le diverse cime montuose: M. Baldo, M. Stivo, M. Finonchio, M. Zugna, M. Pasubio, Lessinia.

La segnaletica si avvallerà di tutto quanto già predisposto dai vari Comuni e dalla SAT, seguendo inoltre le norme già in uso nelle varie discipline.

Oltre alla validità dell’offerta outdoor, l’associazione crede fermamente nellepossibilità di crescita della Vallagarina.

Uno dei punti di forza individuati è la presenza di unarete di B&Be strutture paralberghiere sempre più curata e in crescita. Se la mancanza di Hotel può essere da molti vista come uno svantaggio, bisogna invece considerare che il turista amante dell’outdoor apprezza maggiormente strutture più piccole e autentiche, immerse nel verde e capaci di garantire con semplicità relax e benessere psicofisico. Soprattutto, queste strutture sono aperte per gran parte dell’anno e sono quindi perfette per accogliere chi va alla ricerca di una vacanza attiva fuori stagione – quando le temperature sono più gradevoli e i sentieri meno battuti dalle masse.

Anche la presenza di unafermata ferroviariaimportante come quella di Rovereto è sicuramente un plus, dal momento che è servita anche dai treni ad alta velocità. L’associazione, nell’ottica di un turismo eco-sostenibile, si preoccuperà dunque di incentivare anche la mobilità su rotaia, promuovendo gli arrivi in treno e gli spostamenti in bicicletta.

Altro punto di forza, infatti, è la capillarità dellarete ciclabile, che consente collegamenti facili e in sicurezza con il capoluogo di provincia, con Verona e, soprattutto, con il Lago di Garda. Grazie anche alle biciclette a pedalata assistita infatti, le distanze non sono più un problema e queste destinazioni sono così raggiungibili anche da una fascia di turisti “meno sportiva” e dalle famiglie con bambini. Gli imbottigliamenti nel traffico sono, per chi sa muoversi in maniera smart ed ecosostenibile, un lontano ricordo.

L’associazione collabora con SportNature Travel, Destination Management Company (DMC) con sede a Isera. L’idea di quest’ultima è organizzare l’offerta su una dedicata App per smartphone (interattiva e con integrazione di tecnologia GPS), nel contesto di un progetto denominatoTrentino Arena Experience: la Vallagarina è infatti la prima destinationche sarà sviluppata, ma l’ambizione della DMC è quella di esportare il format in altre aree della regione.